Pubblicato da: PAdBN | 12 luglio 2008

Da Bart a Barth

Brunetto Salvarani, Da Bart a Barth. Per una teologia all’altezza dei Simpson (2008), ed. Claudiana

I Simpson sono uno dei pochi prodotti televisivi contemporanei a parlare di Dio. In modo forse non sempre convenzionale, certo, ma riconoscendo l’importanza che la religione – qualsiasi religione – e più in generale il sacro rivestono nella vita di molti individui e nella struttura della società. Il libro ripercorre così gli episodi dei Simpson alla ricerca delle occorrenze “teologiche”, affrontando temi come le chiese organizzate, il fondamentalismo, le sette, il dialogo interreligioso, i dogmi di fede, la morale. E cercando di collegare le acquisizioni della teologia contemporanea alla “teologia pratica” messa in scena dalla famiglia Simpson.

Nota personale. Libro breve, di facile lettura, molto divertente nel richiamare alla mente battute, scene e interi episodi della serie. Peccato che non riesca a tenere fede al progetto del titolo, forse troppo ambizioso. Ogni capitolo finisce infatti per essere composto da un elenco di momenti dei Simpson vagamente accomunati da un tema religioso (più spesso “istituzionale” che propriamente teologico), seguito da un codino “serio”: i riferimenti a classici della teologia e a lavori più recenti finiscono così per essere poco più di un pretesto, buttati giù in fretta e giustapposti senza un disegno unitario. Forse compiere il percorso inverso, partire da un discorso teorico e procedere nell’argomentazione portando a esempio gli episodi della serie, avrebbe potuto aggiungere davvero qualcosa a un libro che rimane invece un semplice insieme di aneddoti. Poi, giusto per essere pignoli, ci sono pure alcuni errori qua e là, tra errate attribuzioni e qualche confusione. E la dimenticanza di un elemento essenziale: il Dio rappresentato nei Simpson ha cinque dita, laddove tutti gli altri personaggi si fermano a quattro…

Annunci

Responses

  1. certo che se Brunetto Salvarani avesse consultato preventivamente il più grande esperto dei Simpson in Italia forse avrebbe evitato errori grossolani…
    qualcuno dovrebbe farglielo notare ;)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: