Pubblicato da: PAdBN | 8 giugno 2008

Sex and the City

Sex and the city

Sex and the City (2008), regia di Micheal Patrick King.

Dove eravamo rimasti? Alla fine delle sei stagioni televisive, tutto sembrava essere andato per il meglio: Carrie torna dal breve soggiorno parigino e decide di restare con l’amore della sua vita, Mr. Big; Miranda, dopo aver avuto un bambino, si sposa con Steve e si trasferisce a Brooklyn; Charlotte, trovato un principe azzurro inaspettato in un uomo d’affari ebreo, adotta una bambina; Samantha supera il cancro con il sostegno del ben più giovane Smith, e lo segue a Los Angeles per aiutarlo nella carriera di attore. Il film riparte di lì: tre anni dopo, sono ancora tutti sistemati. E Carrie e Big stanno per decidere di fare il grande passo: riusciranno a sposarsi, dopo anni di amore e sofferenza?

Nota personale. Film divertente, che andava visto anche solo per omaggio alla serie, magnifica. Peccato che molte aspettative siano disattese. Certo, ci sono tutti i personaggi, ci sono le griffe di alta moda (viva il product placement), c’è l’incantevole sfondo di Manhattan: ma la centralità del plot che riguarda Carrie trasforma la rimpatriata in una classica commedia a lieto fine (che al massimo comincia dove le altre finiscono). Le altre tre protagoniste, per non parlare dei comprimari, diventano macchiette unidimensionali: se già la tentazione dello stereotipo era forte lungo l’evolversi delle stagioni, qui non si riesce ad andare oltre in nessun modo. Gli inserti originali rispetto alla serie, come l’assistente di Carrie o il viaggio in Messico, sono fiacchi. Il limite più grande, però, è la quasi completa scomparsa della “chiacchiera intelligente” sul sesso e sull’amore, dell’umorismo newyorkese che tanta forza dava a ogni episodio: qui tutto è appiattito sui due registri della commedia romantica (pure un po’ melensa, assolutamente prevedibile) e della farsa, della gag greve ed eccessiva (il cane e il vicino di Samantha, i disturbi di Charlotte). Insomma, un film leggero, persino divertente, ma solo una pallida ombra di Sex and the City, quello vero, spalmato su 94 episodi che vien voglia di rivedere…

Annunci

Responses

  1. Io devo dire che Sex and the City non l’ho mai guardato seriamente, a parte una manciata di episodi… forse dovrei iniziare, visto che almeno UNA delle due cose la conosco ormai abbastanza bene…
    :-)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: