Pubblicato da: PAdBN | 1 luglio 2007

Qualcuno si dimentica

«Qualcuno si dimentica,
oppure teme di esser dimenticato
Così una storia scivola
accortocciando sempre un nuovo passato
E vorrei farne parte anch’io
ma non ricordo dove sono arrivato
[…] Perchè nel buio il mio respiro è impaziente
Perchè mi manca sempre un pezzo per essere felice
».

Perturbazione, Qualcuno si dimentica (da Pianissimo Fortissimo, 2007)

Gruppo torinese al suo primo album con una major (ma con una carriera degna di nota alle spalle). Voce inconfondibile, e la grande capacità (condivisa con un bel po’ di gruppi troppo poco noti, dai Baustelle ai Marlene Kuntz) di essere melodici e rock allo stesso tempo, quando occorre…

Nota personale. Chi ha detto che la musica melodica italiana si esaurisce con Laura, con Eros e con Claudio? E chi ha detto che la melodia deve essere classica (a livello di musica, a livello di testi) per forza?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: